Cybercrime | Definizione | Vocabolario | Cyberpedia
Trojan su fondo azzurro
Trojan: malware che si nasconde in un programma inutile o innocuo.
8 Aprile 2020
scareware come evitarlo
Scareware: l’antivirus che fa leva sulla paura
9 Aprile 2020

Cybercrime: un crimine di qualsiasi sorta perpretrato tramite un computer e una rete.

Scritta cybercrime su fondo viola

Il cybercrime è un qualsiasi crimine che si serve della rete per essere portato a termine.

Esiste un’immensa varietà di cyber crimes.

Possiamo catalogarli in base alla loro finalità, ad esempio incutere paura (come il cyberstalking), estorcere dati personali, vendicarsi o ricattare le vittime.

Oltre alla finalità, diverse sono anche le vittime che possono cadere nei cybercrime: per esempio aziende o privati cittadini sconosciuti. Il cybercriminale può prendere di mira soggetti specifici oppure “lanciare” la trappola al pubblico generico. Nel primo caso, la vittima viene studiata a fondo nei suoi comportamenti, preferenze e legami sociali; nel secondo, l’hacker si basa su tecniche di ingegneria sociale applicabili a una larga parte della popolazione per attirare le vittime. 

Non dobbiamo pensare per forza che i cybercrime si svolgano interamente online: spesso alcune fasi si svolgono offline. Non è raro, infatti, che il criminale si guadagni la fiducia della vittima tramite alcuni passaggi eseguiti di persona, ad esempio fingendosi un tecnico. L’altra possibilità è che l’hacker rubi i dati e li usi poi per compiere reati nel mondo offline, come accedere a uffici e locali riservati grazie ai dati d’accesso di un dipendente.

In definitiva, lo stereotipo che si ha dei cybercrimini è di questioni del tutto tecniche, con nomi difficili e operate da hacker disadattati, maghi dell’informatica e poco avezzi ai rapporti sociali. In realtà il cybercrime è, per molti aspetti, questione di psicologia e con qualche conoscenza tecnica di base è possibile creare una trappola informatica efficace; inoltre, molte piattaforme come i social, i siti d’incontri oppure i siti di raccolta fondi offrono possibilità d’oro per perpetrare crimini informatici senza praticamente nessuna conoscenza tecnica. Oggi, quindi, l’ingegneria sociale  è la competenza fondamentale dell’hacker.

 

Dott.ssa Giulia Berta
Latest posts by Dott.ssa Giulia Berta (see all)

banner cybertest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *